Malaco, l' 'ultima etichetta soul' apre all'hip hop e all'urban

Malaco, l' 'ultima etichetta soul' apre all'hip hop e all'urban
L’etichetta di Jackson, Mississippi, rinomata per la sua produzione di musica gospel e rhythm&blues “sudista”, si lancia ora anche nel territorio dell’hip-hop e della urban music. Per farlo ha ingaggiato Lionel Ridenour, uno specialista del genere che dopo avere fondato nei tardi anni Ottanta l’agenzia di promozione Mainframe Promotion ha ricoperto incarichi dirigenziali per Capitol, Arista e Virgin Records; più recentemente, ha creato a New York una struttura a ciclo completo, Musicwerks Online, che fornisce alle imprese musicali servizi di A&R, promozione, marketing on-line e distribuzione.
La Malaco nasce intorno al 1965 come agenzia di concerti rock per iniziativa di Mitchell Malouf e Tommy Couch (il nome della società è una crasi tra i loro due cognomi), aprendo in seguito uno studio di registrazione in cui vengono incisi hit come “Mr. big stuff” di Jean Knight per la Stax. A metà anni Settanta nasce l’etichetta, il cui catalogo include album di successo come “Down home” di Z.Z. Hill (1981) e incisioni di stelle della musica nera come Bobby “Blue” Bland, Little Milton e Johnnie Taylor. Nel 1985 la società acquista gli studi di registrazione Muscle Shoals Sound (Alabama) creati dai musicisti Barry Beckett, Roger Hawkins, David Hood e Jimmy Johnson, celebri session men di incisioni storiche di Aretha Franklin, Wilson Pickett e Staple Singers.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.