Sony Music, si dimette Andrea Rosi

Si conclude oggi, 30 marzo 2009, il rapporto di lavoro tra Sony Music Entertainment (Italy) e Andrea Rosi, che per la società di via Amedei ricopriva ultimamente l’incarico di general manager di BMG Ricordi (ora RCA) Labels.
Da una ventina d’anni, Rosi è uno dei manager più noti della discografia italiana: la sua carriera è iniziata nella seconda metà degli anni ’80 alla CGD, dove arrivò a ricoprire il ruolo di direttore marketing nel team che faceva capo a Stefano Senardi; successivamente, sempre al fianco di Senardi, passò alla PolyGram assumendo la qualifica di direttore generale della Mercury e gestendo il marchio “alternative rock” Black Out per cui hanno inciso gruppi come CSI, Negrita, Casino Royale e Modena City Ramblers.
Dopo l’acquisizione della società olandese da parte della Universal, entrò nel 1999 nel gruppo dirigente di Vitaminic, uno dei primi siti a livello europeo per il download di musica in formato mp3. Il ritorno in discografia risale al marzo del 2003, quando Adrian Berwick (suo ex collega alla PolyGram) lo chiamò in BMG Ricordi per occuparsi dello sviluppo dei “nuovi business”, particolarmente sul fronte di Internet e della telefonia mobile. Dopo la fusione tra Sony e BMG aveva assunto l’incarico di responsabile della divisione digitale della società lanciando tra l’altro H2O Music, la prima etichetta major dedicata esclusivamente alla distribuzione di musica in formato digitale; nel giugno del 2006, sempre per Sony BMG, aveva assunto la responsabilità del settore per l’intera area del Sud Europa.
Nel confermare l’annuncio delle sue dimissioni, il presidente di Sony Music Rudy Zerbi sottolinea che Rosi “ha in progetto una serie di iniziative in proprio, alcune delle quali lo vedranno ancora collaborare con noi”.
Dall'archivio di Rockol - Album italiani: le copertine più belle di sempre
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.