Amy Winehouse convince Mark Ronson a lavorare di nuovo con lei

Amy Winehouse convince Mark Ronson a lavorare di nuovo con lei

Mark Ronson, il produttore di alcuni dei brani del fortunato "Back to black" di Amy Winehouse, è stato convinto dalla stessa cantante a tornare a lavorare per lei.

Lo riferisce un tabloid britannico, secondo il quale, dopo un disaccordo risalente ad undici mesi fa, successivamente al quale i due si erano allontanati l'uno dall'altra, ora la coppia musicale è nuovamente assieme. Ronson e Winehouse starebbero mettendo mano, per cambiarne l'approccio, alle canzoni che recentemente la tribolata diva soul-jazz si è vista respingere dalla sua etichetta. Una fonte ha detto al quotidiano: "Mark pensa che adesso Amy stia molto meglio, così è tornato in barca per lavorare un po' su qualche pezzo. Ora è felice di dare ad Amy una mano; su 'Back to black' sono stati un'ottima coppia e spera che una parte di quella ispirazione possa tornare".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.