Biografia

Nasce a Pontedera nel 1947. Cantante e bassista degli Slenders, nel 1966 viene chiamato a far parte dei Pooh in sostituzione di Gilberto Faggioli.
> Milita nei Pooh fino al 1972, quando lascia il complesso e diventa solista, debuttando con alcuni 45 giri e l’album CIAO AMORE COME STAI.
Nel 1974 è al Festival di Sanremo con “Complici”, seguito da qualche altro singolo (“Guardami”, “Mondo”) che gli permette di riconquistare la notorietà appannata e di pubblicare nel 1976 un secondo album, RICCARDO FOGLI. Gli anni Ottanta si aprono con alcuni successi di vendite (“Ti amo però” e “Malinconia”) e con la vittoria al Festival di Sanremo nel 1982, con “Storie di tutti i giorni”. Al Festival Fogli tornerà nel 1985 (“Sulla buona strada”), nel 1989 (“Non finisce così”), nel 1990 (“Ma quale amore”), nel 1991 (”Io ti prego di ascoltare”), nel 1992 (“In una notte così”) e nel 1996 (“Romanzo”).
Nel 1991 ha intanto chiuso la collaborazione col produttore Giancarlo Lucariello, mentre già nel 1987 aveva ripreso i contatti con i vecchi amici dei Pooh (con i quali canta “Giorni cantati” nell’album LE INFINITE VIE DEL CUORE, 1987, e con i quali collaborerà saltuariamente negli anni seguenti).
Dopo alcuni lavori di scarsa presa sul pubblico partecipa nel 2004 al reality “Music Farm”, vincendolo.
Nel 2013 partecipa al talent "Tale e quale show", interpretando pezzi di diversi artisti, tra i quali Ivano Fossati e Patty Pravo. Nel 2015, dopo 42 anni, rientra nella formazione dei Pooh per il tour "Reunion" del 2016, organizzato per celebrare il cinquantesimo anno di attività del gruppo; con i Pooh incide anche nuove versioni a 5 voci di classici della band e 4 brani inediti presenti nel triplo Cd/DVD LIVE POOH 50. Chiusa la reunion coi Pooh, Fogli pubblica per Sperling & Kupfer l'autobiografia "Un uomo che ha vissuto - Storie di tutti i miei giorni".
(28 ott 2017)