Cerca TestiAcquista
Lo scorso anno Franco Fasano ha festeggiato i suoi primi cinquant'anni. Un avvenimento che lo ha…


Lo scorso anno Franco Fasano ha festeggiato i suoi primi cinquant'anni. Un avvenimento che lo ha portato a fare un resoconto di quanto, artisticamente parlando, realizzato fino ad oggi: “Mi è venuta voglia di organizzare una festa invitando le canzoni che ho scritto – racconta Fasano - da quelle più famose a quelle più nascoste, ma non per questo meno importanti per me. Ho parlato di questo mio desiderio a buona parte dei musicisti con cui ho collaborato in questi anni fin dagli esordi. E così, spontaneamente, senza nessuna strategia discografica, è nata l’idea di questo doppio album”.
“Fortissimissimo”, che giunge a ben dodici anni di distanza dal suo ultimo lavoro in studio “Scherzando scherzando”, vede quindi una schiera di professionisti a cui è stato chiesto di scegliere tra i suoi molteplici brani e ri-arrangiarli in modo non conforme all’originale, uno stimolo per gli amici e colleghi Stefano Barzan, Pippo Caruso, Marco Falagiani, Marco Guarnerio, Danilo Madonia, Siro Merlo, Marco Mojana, Salvatore Mufale, Mario Natale, Luca Orioli, Pinuccio Pirazzoli, Massimo Varini, Mario Zannini Quirini e Fio Zanotti.
Ecco così che le canzoni di Fasano godono così di nuova vita, vestendosi di stili diversi: dal sinfonico al pop, dall’etnico al folk, dal quartetto d’archi alla big band. Tra i titoli ci sono cavalli di battaglia sanremesi come “Regalami un sorriso” (portata al successo da Drupi), “Io amo” (cantata da Fausto Leali), “Ti lascerò” (interpretata da Leali e dalla Oxa), “Mi manchi” (sempre da Leali), “Vieni a stare qui” (presentata dallo stesso Fasano nel 1990), “Colpevole” (cantata da Nicola Arigliano) e “Ti voglio senza amore” (interpretata da Iva Zanicchi); canzoni sociali come “Da Fratello a fratello”; storici brani per lo Zecchino d’Oro (“Goccia dopo goccia”) e cartoni animati (“Piccoli problemi di cuore)”; “Fiore di campo, fiore di primavera” scritta per Franco Califano; gli inediti “L’Amore che mi devi”, scritto insieme a Bruno Lauzi, e “La Luna”, scritto nel 1995 per Mia Martini; e ancora “Il giorno che la musica finì”, in duetto con Gatto Panceri, e un divertente brano corale dedicato a tutti i suoi coetanei (molti dei quali, musicisti ed ex compagni di liceo, con lui in studio di registrazione): “Noi del ’61”.

TRACKLIST:

CD 1
Incontro
Regalami un sorriso
E quel giorno non mi perderai più
Io amo
Vieni a stare qui
Da fratello a fratello
Mi manchi
La luna
La stessa stella
Goccia dopo goccia
Una piccola parte di te
Piccoli problemi di cuore
La città nell'anima


CD 2
Ti lascerò
Colpevole
Fiore di campo, fiore di primavera
Un'isola alle Hawaii
Per niente al mondo
Certe cose si fanno
Ti voglio senza amore
Dietro lo specchio
L'ultimo gesto di un clown
L'amore che mi devi
Il giorno che la musica finì
Ora ho capito
Noi del '61
,

 

Le ultime nostre segnalazioni

leggi tutto >

Le ultime recensioni di Rockol

Take That/III
Take That
III
leggi tutto >

Le ultime recensioni di DVD

Le ultime recensioni di libri

19 dic 2014    Rockol - La musica online è qui Rockol.com - All your music news in one place