Peter Gabriel ci riprova: dopo Od2, lancia un'altra impresa digitale

Peter Gabriel è sempre di più un “ex Genesis”. Nel senso che mentre i suoi antichi compagni di band (Steve Hackett escluso, vedi News) annunciano una rimpatriata che puzza molto di business, lui guarda avanti come sempre. Anche sul fronte, che da sempre lo affascina, delle nuove tecnologie… Leggi tutto

AcquistaCommenta
Peter Gabriel   follow
Peter Gabriel ci riprova: dopo Od2, lancia un'altra impresa digitale

Peter Gabriel ci riprova: dopo Od2, lancia un'altra impresa digitale

Peter Gabriel è sempre di più un “ex Genesis”. Nel senso che mentre i suoi antichi compagni di band (Steve Hackett escluso, vedi News) annunciano una rimpatriata che puzza molto di business, lui guarda avanti come sempre. Anche sul fronte, che da sempre lo affascina, delle nuove tecnologie: cosicché, dopo aver fondato nel 1999 la piattaforma di distribuzione digitale Od2, oggi finita in mano a Nokia (vedi News), si imbarca ora in un’avventura analoga lanciando, sempre con il socio Charles Grimsdale a fianco, un software, The Filter, destinato a facilitare ai consumatori la ricerca in Rete di brani corrispondenti ai loro gusti e acquistabili sotto forma di download.
Allo scopo i due hanno creato un fondo finanziario, Eden (il nome evocherà qualcosa ai fan di Gabriel…), e hanno affidato la direzione dell’impresa a Blair Schoof, un veterano della musica digitale che vanta esperienze presso BMG, AOL e MusicNet. Il servizio, che è già in fase di test sperimentale, poggia su un software gratuito disponibile sul sito della società, www.thefilter.com. Una volta scaricato, il “plug-in” apre una finestra alla base del negozio digitale di riferimento (per ora iTunes, ma per fine novembre è prevista una versione Windows Media funzionante con altre piattaforme di download a pagamento), che all’utente chiede di selezionare dalla propria library digitale una canzone di gradimento; in base a quell’input il programma crea automaticamente una playlist di brani analoghi per stile e per “mood” che, con un altro click, l’utente può decidere di acquistare su iTunes o altro digital store. Poiché la tecnologia (Exabre) è stata sviluppata da tecnici che lavoravano in OD2, il sistema conserva in memoria le abitudini di acquisto e le associazioni musicali di coloro che in questi sette anni hanno comprato musica sui negozi che utilizzavano i servizi della società (Msn Microsoft, Tiscali, Mtv, Coca-Cola ecc.).
“La prima ondata della rivoluzione digitale ha riguardato la libertà di scelta, la possibilità di rendere tutto accessibile a tutti, ovunque e in qualunque momento” ha spiegato Gabriel. “Credo che la seconda ondata riguarderà invece, in qualche modo, la libertà dalla scelta. Si tratterà di filtrare e focalizzare, cosicché ci si possa procurare in maggior misura quel che davvero vogliamo, che ci eccita, ci diverte e ci sorprende”.

Commenti

caricamento dei commenti in corso

Tutto su

Peter Gabriel
Musicista, cantante, performer, sperimentatore, appassionato di tecnologia, esploratore della world music, discografico e produttore: quella di Peter Gabriel è una delle più straordinarie personalità che abbiano solcato il cammino della musica nel secolo appena trascorso. Nato il 13 febbraio 1950 a Cobham, in Gran Bretagna, Gabriel esordisce con i Genesis alla fine degli anni ’60 rimanendo nel…
Leggi tutto >
19 dic 2014    Rockol - La musica online è qui Rockol.com - All your music news in one place