Calano le vendite, la FIMI abbassa la soglia di dischi d'oro e di platino

Cambiano le cifre per le assegnazioni in Italia dei dischi d’oro e di platino, sulla scia del ridimensionamento subito negli ultimi anni dal mercato discografico. I nuovi “awards” introdotti dall’associazione di categoria FIMI prevedono, per i singoli, il disco d’oro “declassificato” a 10 mila… Leggi tutto

Commenta
Calano le vendite, la FIMI abbassa la soglia di dischi d'oro e di platino
Segui i tag!

Calano le vendite, la FIMI abbassa la soglia di dischi d'oro e di platino

Cambiano le cifre per le assegnazioni in Italia dei dischi d’oro e di platino, sulla scia del ridimensionamento subito negli ultimi anni dal mercato discografico. I nuovi “awards” introdotti dall’associazione di categoria FIMI prevedono, per i singoli, il disco d’oro “declassificato” a 10 mila copie e quello di platino a 20 mila (prima erano necessari rispettivamente 25 mila e 50 mila pezzi), mentre per i Dvd musicali il premio scatta a 15 mila copie per l’oro e a 30 mila per il platino. Modifiche anche nel settore degli album, con l’introduzione del “silver disc" (disco d’argento) per vendite superiori 20 mila copie, e riduzione a 40 e 80 mila copie (in luogo delle precedenti 50 e 100 mila) per il conseguimento rispettivamente del disco d’oro e di platino. Il “double platinum” (la nuova terminologia è tutta in lingua inglese) è fissato di conseguenza a 160 mila copie, mentre per i best seller da 400 mila copie è prevista la consegna di un ulteriore riconoscimento, il "diamond disc".
Per dischi venduti si intendono quelli fatturati e distribuiti al retail da parte delle case discografiche, copie promozionali ovviamente escluse (e non il venduto dei negozianti al pubblico dei consumatori); i dischi doppi, tripli ecc. contano come uno.

Commenti

caricamento dei commenti in corso
19 dic 2014    Rockol - La musica online è qui Rockol.com - All your music news in one place