NEWS   |   Industria / 20/01/2016

Mercato USA, impennata del 5000% nelle vendite dei dischi di David Bowie nella settimana della sua morte

Mercato USA, impennata del 5000% nelle vendite dei dischi di David Bowie nella settimana della sua morte

La scomparsa del Duca Bianco, avvenuta lo scorso 10 gennaio a New York, è stata accolta così emotivamente dal pubblico statunitense da far segnare un incremento record del 5000% nelle vendite dei dischi di David Bowie: come riferisce Nielsen Music, nella settimana della morte dell'artista dai negozi statunitensi sono uscite in tutto 682,000 unità legate al repertorio dell'artista britannico, delle quali 308,000 "fisiche" (con un aumento percentuale di oltre 8000 punti) e 375,000 digitali (più 3000% rispetto alla settimana precedente).

A fare la parte del leone, ovviamente, è stata l'ultima prova in studio consegnata da Bowie agli annali, "★", con 174,000 copie vendute in una sola settimana, record assoluto registrato sul mercato a stelle e strisce dai tempi dell'istituzione del rilevamento curato da Nielsen, nel 1991: seguono, in termini di vendite, "Best of Bowie" (51,000 copie vendute; più 6,698%), "The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders From Mars" (13,000 copie; più 3,117%), "Hunky Dory" (7,000 copie; più 4,445%), "Nothing Has Changed" (6,000 copie; più 2,641%) e "Let’s Dance" (4,000 copie; più 4,911%).

Scheda artista Tour&Concerti
Testi
Altre notizie su David Bowie