PIAS-Release Mobile, un database per condividere informazioni tra etichette

La condivisione, l'accessibilità istantanea e l'organizzazione delle informazioni rientrano tra gli obiettivi essenziali perseguiti dall'industria discografica nell'era digitale. In questo solco si colloca un progetto pilota a base semestrale che la casa discografica e società di distribuzione… Leggi tutto

Commenta
PIAS-Release Mobile, un database per condividere informazioni tra etichette

PIAS-Release Mobile, un database per condividere informazioni tra etichette

La condivisione, l'accessibilità istantanea e l'organizzazione delle informazioni rientrano tra gli obiettivi essenziali perseguiti dall'industria discografica nell'era digitale. In questo solco si colloca un progetto pilota a base semestrale che la casa discografica e società di distribuzione PIAS ha affidato alla software company londinese Release Mobile e che dovrebbe coinvolgere fino a dieci diverse etichette: perno del progetto, che ha per scopo la raccolta di dati e informazioni rilevanti in un sistema centrale accessibile a tutti, è datownia, una piattaforma API cloud-based che gestirà un database accessibile attraverso un'applicazione web a disposizione dei partecipanti.

"Nella sua qualità di service provider e di etichetta, PIAS raccoglie una gran quantità di informazioni promozionali e di marketing come date di concerti, report sulla copertura mediatica dell'attività dei suoi artisti, foto ecc., inviate dalle etichette e dai manager di artisti", spiega il fondatore e amministratore delegato di Release Mobile William Lovegrove. "Queste informazioni vengono tipicamente fornite in maniera non strutturata, ad esempio attraverso un frequente scambio di e-mail che diventa difficile e temporalmente dispendioso sfruttare in modo adeguato. Dal momento che la maggior parte delle etichette ha poco personale a disposizione migliorare e strutturare questo flusso informativo richiede una soluzione vincente per tutti, le etichette che generano i dati e PIAS che li raccoglie. Le etichette ci guadagnano perché hanno a disposizione un sito B2B che possono aggiornare esse stesse utilizzando datownia come sistema di content management su Internet; e PIAS ci guadagna perché quegli stessi dati sono aperti e accessibili ai suoi stessi sistemi e strumenti operativi attraverso una API".

Steven Godard, direttore Strategic Systems Development di PIAS, aggiunge che "la forza della piattaforma datownia è la sua incredibile facilità d'uso da parte delle etichette, ma anche il fatto che ci mette a disposizione un database di alta qualità e crowd-sourced": comprensivo di informazioni sui tour, clip estratti da YouTube e da SoundCloud, foto, biografie di artisti e altro ancora e "riconfenzionabile" di volta in volta in base alle esigenze specifiche. "In sostanza", spiega Godard, "tutto quel che le etichette devono fare è inserire i dati in un documento Excel" (archiviato in Box o Dropbox). "datownia accede ai dati creandone un'API in tempo reale. Tutto ciò riduce ovviamente il nostro carico di lavoro e consente alle etichette di condividere la storia dei loro artisti attraverso un semplice accesso al sistema piuttosto che tramite successivi aggiornamenti via e-mail".

Commenti

caricamento dei commenti in corso
23 nov 2014    Rockol - La musica online è qui Rockol.com - All your music news in one place