Pitbull: 'Oggi la musica è al 90 % business, al 10 % talento'

Gli artisti siano imprenditori di se stessi, padroni del proprio destino e attenti a massimizzare il proprio brand .  
Protagonista di un Q&A condotto dalla giornalista Leila Cobo durante la Billboard Latin Music Conference di Miami,  Armando Christian Pérez in arte Pitbull… Leggi tutto

AcquistaCommenta
Pitbull   follow
Pitbull: 'Oggi la musica è al  90 % business, al 10 % talento'

Pitbull: 'Oggi la musica è al 90 % business, al 10 % talento'

Gli artisti siano imprenditori di se stessi, padroni del proprio destino e attenti a massimizzare il proprio brand .  

Protagonista di un Q&A condotto dalla giornalista Leila Cobo durante la Billboard Latin Music Conference di Miami,  Armando Christian Pérez in arte Pitbull dimostra di avere le idee chiare. E manda  un messaggio agli artisti  del ventunesimo secolo, invitandoli a seguire il suo esempio: "Dimenticatevi degli altri. Siete voi a dovervi procurare il denaro, e  a dovere investire in voi stessi. Nessuno può garantirvi lo stesso ritorno sull'investimento". La sua produzione artistica, gli interessi finanziari in prodotti come Voli Vodka e le strisce energetiche Sheets, gli accordi di sponsorizzazione con marchi come Dr. Pepper, Bud Light, Kodak e Pepsi, ha spiegato nell'incontro, nascono tutti da una stessa visione dell'industria musicale, "composta al 90 per cento da business e al 10 per cento da talento. Non c'è niente di geniale in quel che faccio". "Cerco di mantenere le cose più semplici e stupide possibili", ha aggiunto la trentunnene pop star di sangue misto cubano-statunitense, dicendo di sentirsi il portavoce di una nuova generazione spanglish . "Mi hanno detto che ero troppo hip-hop per il pubblico latino e troppo latino per l'hip-hop. Ma ho voluto dimenticarmi dei riconoscimenti dell'industria, della politica, di tutto quanto. La gente a cui mi rivolgo parla proprio come me. Sono come la Rickenbacker Causeway (la strada che collega Miami all'isola di Key Biscayne, ndr). Sono un ponte".  

Il giovane cantante/rapper ha anche raccontato i retroscena del suo litigio con la sua etichetta precedente, la TVT Records, paragonandone la gestione a qualcosa di simile alla Cuba comunista. "Mi sono accorto che il proprietario era molto litigioso. Così ho deciso che appena avesse fatto un passo falso lo avrei portato a mia volta in tribunale. "Ma TVT", ha ammesso, "è stata come la mia università nel music business. E' stata la mia Harvard".
 
 

Commenti

caricamento dei commenti in corso

Tutto su

Pitbull
Armando Christian Pérez – vero nome di Pitbull – nasce a Miami, in Florida, il 15 gennaio 1981 da genitori cubani. La sua carriera inizia quando, chiamato da Luther Campbell, partecipa al singolo “Lollipop”; attira così l'attenzione del team dei Diaz Brothers, che gli presenta il rapper Lil Jon. Pitbull prende parte al suo album KINGS OF CRUNK (2002) e il brano “Oye” è nella colonna sonora del…
Leggi tutto >
20 nov 2014    Rockol - La musica online è qui Rockol.com - All your music news in one place
SKIN ADV