'Sessanta': un triplo cd con inediti per Eugenio Finardi

In vista della sua partecipazione al Festival di Sanremo con il brano "E tu lo chiami Dio", scritto per lui dalla giovane cantautrice molisana Roberta Di Lorenzo, Eugenio Finardi si prepara a festeggiare i suoi sessant'anni con la pubblicazione di un triplo cd che conterrà la maggior parte dei… Leggi tutto

AcquistaCommenta
Eugenio Finardi   follow
'Sessanta': un triplo cd con inediti per Eugenio Finardi

'Sessanta': un triplo cd con inediti per Eugenio Finardi

In vista della sua partecipazione al Festival di Sanremo con il brano "E tu lo chiami Dio", scritto per lui dalla giovane cantautrice molisana Roberta Di Lorenzo, Eugenio Finardi si prepara a festeggiare i suoi sessant'anni con la pubblicazione di un triplo cd che conterrà la maggior parte dei brani che hanno caratterizzato la sua storia musicale, e anche degli inediti.
"Sessanta", questo il titolo del cofanetto, segna il ritorno di Finardi alla Cramps (storica etichetta indipendente degli anni Settanta ritornata all'attivo nel 2010) e vede l'artista al lavoro con nuovi musicisti tra i quali spicca il nome di Max Casacci dei Subsonica che ha riscritto una seconda versione di "Nuovo umanesimo", uno degli inediti della raccolta: "Non ho mai amato il mondo cantautorale solitario", ha raccontato il cantante alla conferenza stampa, "Ho sempre creduto molto nelle collaborazioni e sono molto contento di aver lavorato con Max, mi piace molto la sua creatività esplosiva". "La fa facile Findardi", interviene Casacci, "Per me è stato un po' complicato. Mi mandava il testo della canzone via mail e non sapevo mai cosa fare. Come ti comporti davanti ad un suo testo, tagli una parola e la sostituisci? E se non gli piace quello che aggiungi? All'inizio ci ho messo un po', poi ho trovato uno slancio migliore anche se non sapevo come potevamo essere in sintonia visto che non ci eravamo mai conosciuti bene. Diciamo che la mia versione di 'Nuovo umanesimo' è una sorta di seconda scrittura, non so nemmeno se esiste un termine appropriato per definire quello che abbiamo fatto di questa canzone. Ho creato il mio algoritmo Finardi e l'ho applicato alla canzone". Casacci ha collaborato alla stesura del testo anche di un altro inedito presente nel disco, "Maya": "Aveva un inciso veramente ridicolo", ha spiegato il cantautore milanese, "Non mi convinceva e Max è riuscito a svilupparlo con un tema bellissimo. E' riuscito a darmi a sessant'anni il Finardi dei vent'anni".
Fondamentale per il cantante è stato avere un gruppo di musicisti con i quali condividere le lavorazioni dell'album, Carlo Boccadoro ("Sognavo di fare un disco con Finardi e che sarebbe uscito per l'etichetta Cramps… ecco fatto"), Filippo Del Corno ("Come fare un disco con L'Uomo Ragno, un eroe di quando ero ragazzino"), Paolo Gambino, Marco Lamagna, Claudio Arfinengo, Claudio Rossi e Giovanni Maggiore ("Il suono dei primi dischi di Finardi era unico, difficile riprodurlo"): "Mi sono reso conto che nella mia band ci sono giovani ancor più giovani delle canzoni che si sono ritrovati a suonare".

Commenti

caricamento dei commenti in corso

Tutto su

Eugenio Finardi
Cantante, autore, chitarrista e pianista Eugenio Finardi nasce a Milano il 16/07/1952 e cresce in una famiglia “musicale” (la madre cantante lirica americana, il padre tecnico del suono). Fin da bambino mostra uno spiccato talento per la musica tanto che a nove anni incide il suo primo disco: una canzone per bambini intitolata “Palloncino rosso fuoco”. Due anni più tardi partecipa all’incisione…
Leggi tutto >
21 dic 2014    Rockol - La musica online è qui Rockol.com - All your music news in one place