Ultrasuoni, l'etichetta delle radio: 'Non facciamo concorrenza alle major'

“Sono già solo” dei Modà e “Nell’assenzio” di Luca Dirisio (nella foto) sono stati tra i maggiori successi radiofonici – e non solo – della primavera-estate 2010: avrà dato sicuramente una mano il fatto che a promuoverli e commercializzarli è una neonata etichetta, Ultrasuoni, nata in virtù di… Leggi tutto

AcquistaCommenta
Luca Dirisio   follow
Ultrasuoni, l'etichetta delle radio: 'Non facciamo concorrenza alle major'

Ultrasuoni, l'etichetta delle radio: 'Non facciamo concorrenza alle major'

“Sono già solo” dei Modà e “Nell’assenzio” di Luca Dirisio (nella foto) sono stati tra i maggiori successi radiofonici – e non solo – della primavera-estate 2010: avrà dato sicuramente una mano il fatto che a promuoverli e commercializzarli è una neonata etichetta, Ultrasuoni, nata in virtù di una joint venture paritetica tra Lorenzo Suraci, Eduardo Montefusco e Mario Volanti, rispettivamente presidenti dei network RTL 102.5, RDS Radio Dimensione Suono e Radio Italia Solo Musica Italiana.  Uno sgambetto alle major, una ritorsione conseguente alla vertenza legale che vede le emittenti contrapposte al Consorzio Fonografici SCF in materia di diritti di pubblica esecuzione? “Per carità, niente di tutto questo”, assicura Suraci al telefono con Rockol. “Come potremmo competere con le major, che hanno nel roster le più grandi star italiane e il miglior repertorio internazionale? Non siamo una casa discografica né abbiamo l’ambizione di diventarlo. Ultrasuoni ha una piccola struttura (ne fanno parte Orazio Brando nel ruolo di direttore artistico e Giorgio Cipressi come responsabile della promozione), la nostra missione principale resta quella di fare la radio”. E allora? “Allora ci piaceva l’idea di dare una chance alla musica italiana snobbata dalle multinazionali: un discorso che vale soprattutto per i giovani talenti”. “L’idea di metterci insieme”, spiega Suraci, “è nata nei primi mesi di quest’anno sulla base di una semplice considerazione. Ognuno di noi gestiva già, per conto suo, etichette ed edizioni musicali; in un momento in cui produrre e vendere dischi diventa sempre più difficile ci è sembrato razionale unire le nostre forze ed esperienze in questo campo”. Nessun conflitto di interessi? “Assolutamente no. Guardi che in Francia, per fare un esempio, queste cose sono all’ordine del giorno. Da tempo le nostre etichette realizzano compilation e lanciano artisti: gli Zero Assoluto, per esempio, sono nati in seno alla mia società musicale, Baraonda”.  

E ora tocca a Modà e Dirisio… “Dei Modà, da un anno circa, si occupava proprio Baraonda. Il contatto con Dirisio, invece, è nato per pura coincidenza: lui era reduce da brutte esperienze con le case discografiche e aveva già pronto un album realizzato in Inghilterra (si intitola “Compis (a pretty fucking good album)” ed è stato prodotto da Martin Terefe, già al fianco di Craig David, James Morrison e Train). Lo faremo uscire  a fine anno o all’inizio del 2011: non abbiamo fretta, prima è necessario lavorare adeguatamente sul prodotto, creare interesse sul mercato”. Si allargherà ancora, il roster? “Non possiamo fare di più. Riuscire a lavorare bene questi due prodotti da qui all’anno prossimo sarebbe già un grosso successo”. 

 

 

 

   

 

Commenti

caricamento dei commenti in corso

Tutto su

Luca Dirisio
Nato a Vasto, in Abruzzo, Luca Dirisio si fa notare nel 2004 con il singolo “Calma e sangue freddo”, che diventa una delle canzoni dell’estate; il successo lo porta anche a vendere oltre 100.000 copie del suo album di debutto eponimo.
Nel 2006 esce LA VITA E’ STRANA, il suo secondo disco. La seconda prova di Dirisio contiene “Sparirò”, la canzone presentata al Festival di Sanremo edizione…
Leggi tutto >
21 nov 2014    Rockol - La musica online è qui Rockol.com - All your music news in one place
SKIN ADV