Biografia

Estate 1984: a Seattle nasce la band dei Green River (formata da Jeff Ament e Stone Gossard). In Ottobre i Green River fanno da supporter ai Dead Kennedys al Moore Theatre di Seattle.
Dicembre 1987 - Gennaio 1988: i Green River si sciolgono, ma Gossard e Ament formano una nuova band, i Mother Love Bone.
16 Marzo 1990: muore Andrew Wood, voce dei Mother Love Bone. Più tardi quell'anno, nonostante la band si sciolga, esce "Apple", album d'esordio dei Mother Love Bone. L'album uscirà ancora nel 1992 con il nuovo titolo di "Mother Love Bone".
Estate 1990: dopo i risultati di "Mother love bone", il chitarrista Mike McCready si unisce ad Ament e Gossard e inizia a prendere forma il nucleo di una nuova band. Il trio registra un demo tape che finisce nelle mani di Eddie Vedder (passando anche in quelle di Jack Irons, futuro batterista dei Pearl Jam), su cui incide la sua voce, le sue canzoni e lo rispedisce a Seattle.
Autunno 1990: alla band, adesso chiamata Mookie Blaylock, si unisce il batterista Dave Krusen. La formazione attuale quindi è composta da: Krusen (batteria), Ament (basso), McCready, Gossard (chitarra) e Vedder (voce). La band tiene il primo concerto all' Off Ramp di Seattle.
Novembre 1990: prodotta da Rick Parashar, la band registra il suo primo demo tape al London Bridge di Seattle, per poi intraprendere un tour sulla costa orientale con gli Alice In Chains. La band cambia il nome da Mookie Blaylock a Pearl Jam.
8 Maggio 1991: negli Stati Uniti esce il primo singolo dei Pearl Jam, che contiene "Alive" e "Wash", due canzoni inedite, e la cover di "I've got a feeling" dei Beatles.
11 Maggio 1991: ancora prodotti da Parashar, i Pearl Jam iniziano a registrare quello che sarebbe diventato TEN, il loro album d'esordio con la Epic. La registrazione viene completata in un mese.
Aprile 1991: esce, con l'etichetta A&M Records, "Temple Of The Dog". Quest'album, creato da Chris Cornell e Matt Cameron dei Soundgarden, Jeff Ament, Stone Gossard e Eddie Vedder dei Pearl Jam, è un omaggio a Andrew Wood.
25 Maggio 1991 i Pearl Jam suonano al RKCNDY di Seattle ad una festa, in occasione del termine della registrazione del film “Singles”. Dopo la festa, Dave Krusen lascia la band.
3 Agosto 1991: Dave Abbruzzese, quattro giorni dopo il suo arrivo a Seattle, tiene il suo primo concerto con i Pearl Jam al Mural Amphitheater di Seattle per un pubblico di 4.000 persone.
23 Agosto 1991: con la Epic Records esce TEN, album d'esordio dei Pearl Jam che arriva al 19° posto nella classifica di Billboard.
16 Ottobre 1991: i Pearl Jam iniziano il loro tour negli gli Stati Uniti a Madison, come special guests dei Red Hot Chili Peppers, e lo terminano il giorno di Capodanno a San Francisco, suonando con i Red Hot Chili Peppers e i Nirvana.
Natale 1991: esce un singolo in esclusiva per il fan-club, contenente due canzoni inedite: "Let me sleep (Christmas time)" e "Rambling".
4 Febbraio 1992: i Pearl Jam iniziano il loro primo tour europeo a Londra, con tappe in Gran Bretagna, Svezia, Norvegia, Danimarca, Francia, Olanda, Spagna e Germania. Sempre il 4 Febbraio, fanno la loro prima apparizione televisiva al Late Show della BBC.
16 Marzo 1992: ai Kaufman Astoria Studios di Queens (NY), i Pearl Jam registrano un MTV Unplugged che comprende le versioni acustiche di "Alive", "Even flow" e "Black".
25 Marzo 1992: i Pearl Jam iniziano a Minneapolis un tour che toccherà le maggiori città degli Stati Uniti.
Aprile 1992: i Pearl Jam sono ospiti del programma della NBC Saturday Night Live e cantano "Alive" e "Porch".
Maggio - Giugno 1992: i Pearl Jam intraprendono un altro tour europeo che tocca il Pink Pop festival in Olanda e un altro festival ad Amburgo, dove la band suona per un pubblico di 50.000 fans.
26 Giugno 1992: con l'etichetta Epic Soundtrax esce "Singles", colonna sonora dell'omonimo film diretto da Cameron Crowe. L'album comprende anche "State of love and trust" e “Breath”.
18 Luglio 1992: i Pearl Jam raggiungono i Soundgarden, Ice Cube, i Red Hot Chili Peppers e i Jesus And Mary Chain al Lollapalooza II, che ha come tappa iniziale lo Shoreline Amphitheater di San Francisco.
9 settembre 1992: la band canta “Jeremy” al MTV Music Video Awards a Los Angeles.
Ottobre 1992: Come progetto parallelo, Stone Gossard forma il gruppo Brad con Shawn Smith, Reagan Hagar e Jeremy Tobak. I Brad incidono in una sola settimana l'album "Shame", che esce con l'etichetta Epic nel Marzo 1993.
Natale 1992: i Pearl Jam incidono "Who killed Rudolph?", un altro singolo in edizione limitata per il loro fan-club, che contiene anche le cover "Sonic reducer" dei Dead Boys e "Ramblin again".
31 Dicembre 1992: i Pearl Jam fanno da supporter a Keith Richards all’Academy di New York.
25 Gennaio 1993: i Pearl Jam vincono due American Music Award come miglior gruppo emergente Pop - Rock e Heavy Metal - Hard Rock.
27 Giugno 1993: i Pearl Jam iniziano un tour europeo con tappe in Svezia, Finlandia, Italia, Irlanda, Inghilterra e Olanda, affiancandolo a degli spettacoli con Neil Young e con gli U2.
2 Luglio 1993: esce con la Columbia Records "Sweet relief: a benefit for Victoria Williams" in cui i Pearl Jam cantano il brano "Crazy Mary".
3 Settembre 1993: i Pearl Jam vincono 4 delle loro 5 nomination all'MTV VMA, la quantità maggiore di award vinta da un singolo gruppo in quella edizione. Il video di "Jeremy", tratto dall’album "Ten", viene eletto "Best video of the year", "Best group video" e "Best metal/hard rock video". Inoltre Mark Pellington, regista di "Jeremy", riceve l’award come "Best direction in a video". Nella relativa trasmissione televisiva i Pearl Jam cantano "Animal" e, con Neil Young, "Rocking In The Free World".
10 Settembre 1993: esce "Judgement night". Comprende il brano "Real thing", realizzato in collaborazione con i Cypress Hill.
8 Ottobre 1993: con la Epic Records esce VS, secondo album dei Pearl Jam, che stabilisce un ulteriore record entrando in classifica direttamente al primo posto in America.
6 Marzo 1994: la band intraprende un altro tour negli Stati Uniti con due show al The Paramount di Denver in Colorado. Il tour include una tappa di beneficenza il 9 Marzo a Pensacola in Florida, in onore del Dr. David Gunn.
Marzo 1994: i Pearl Jam annunciano la loro intenzione di abbassare il costo dei biglietti dei loro concerti sotto i 20$. In questo modo mettono in discussione quelli che considerano prezzi troppo alti da parte della Ticketmaster, la principale agenzia di biglietti del paese. In seguito la band dichiara che vorrà provare ad utilizzare un’altra agenzia.
6 Maggio 1994: non riuscendo a trovare luoghi adatti dove tenere dei concerti, oltre a quelli in contatto con la Ticketmaster, i Pearl Jam annullano il loro tour estivo e trasmettono un comunicato alla divisione antitrust del Dipartimento di Giustizia Americano. La lettera proclama che la Ticketmaster, attraverso i suoi contratti in esclusiva con i maggiori spazi per concerti, controlla tutto il mercato e che la Ticketmaster ha intimato ai promoter di non sponsorizzare gli show dei Pearl Jam.
31 Maggio 1994: una portavoce del Dipartimento di Giustizia dichiara a Billboard che la divisione antitrust sta vagliando la possibilità di trovare un’agenzia che si ponga in competizione con la Ticketmaster.
Settembre 1994: Dave Abbruzzese e i Pearl Jam si dividono.
6 Dicembre 1994: esce VITALOGY, terzo album dei Pearl Jam.
11 Dicembre 1994: VITALOGY entra al primo posto della classifica di Billboard Top 200 Albums.
8 Gennaio 1995: i Pearl Jam realizzano come conduttori radiofonici "Monkey wrench radio special", che include due show live della band dei Soundgarden, dei Mudhoney, dei Mad Season, dei Fast-backs, di Mike Watt, e di Dave Grohl e Krist Novocelic (Nirvana). Durante la trasmissione radiofonica, Eddie Vedder annuncia ufficialmente che Jack Irons, in passato membro dei Red Hot Chili Peppers, è il nuovo batterista della band.
26 Febbraio 1995: la band intraprende un tour in Giappone, con tappe aggiuntive in estremo oriente: Singapore, Tailandia, Australia e Nuova Zelanda.
21 Marzo 1995: esce con l’etichetta Island Records la colonna sonora di "The Basketball Diaries" con il brano "Catholic Boy", inciso da Jim Carrol e i Pearl Jam.
4 Aprile 1995: i Pearl Jam annunciano che nel loro prossimo tour - di 13 tappe - utilizzeranno la nuova agenzia di biglietti ETM.
25 Giugno 1995: i Pearl Jam cancellano le restanti 7 date del tour a causa dell’influenza di Vedder e dei problemi della band nell’intraprendere un tour alternativo. Tutte la date cancellate saranno recuperate più tardi.
5 Dicembre 1995: esce con la Epic Records MERKINBALL, CD e vinile 7". Contiene "I Got ID" e "Long road", due brani scritti per intero da Eddie Vedder. Entrambi i pezzi vengono registrati contemporaneamente all’album di Neil Young "Mirror Ball".
9 Gennaio 1996: con l’etichetta Epic Records esce la colonna sonora di "Dead man walking". L’album contiene "Long road" e "The face of love", brani cantati da Nusrat Fateh Ali Kahn e Eddie Vedder.
27 Febbraio 1996: MERKINBALL ottiene il disco d’oro singolo per aver venduto oltre 500.000 copie.
28 Febbraio 1996: i Pearl Jam vincono il loro primo Grammy Award nella categoria Best Hard Rock Performance, con la canzone "Spin the black circle".
17 Agosto 1996: "Who you are", primo singolo tratto dall’album NO CODE, entra al 35° posto della classifica di Billboard Hot 100.
27 Agosto 1996: con la Epic Records esce NO CODE, il quarto album dei Pearl Jam.
1 Settembre 1996: NO CODE entra al 1° posto della classifica di Billboard.
16 Settembre 1996: i Pearl Jam iniziano un tour americano partendo da Seattle, seguito da un tour europeo che parte da Cork in Irlanda.
24 Giugno 1997: esce "Interiors", il secondo album con etichetta Epic realizzato dai Brad.
14 - 18 Novembre 1997: i Pearl Jam fanno da supporter ai Rolling Stones in quattro show nello stadio di Oakland, CA.
24 Dicembre 1997: "Given to fly" è il primo singolo tratto dal nuovo album YIELD.
3 Febbraio 1998: YIELD esce con l'etichetta Epic Records. Prodotto da Brendan O'Brien e dai Pearl Jam e registrato da Nick DiDia, Yield è stato realizzato a Seattle e ad Atlanta. L'album contiene 13 canzoni.
26 novembre 1998: dal tour statunitense intrapreso per presentare YIELD viene estratto un disco dal vivo, LIVE ON TWO LEGS.
Marzo 1999: la band entra al “Litho”, sala d’incisione domestica di Stone Gossard: hanno inizio le prove per il loro sesto album di studio.
Giugno 1999: “Last kiss” / “Soldier of love” (il primo brano era uscito solo per gli iscritti al fan club quattro mesi prima) esce ufficialmente in commercio come singolo: arriverà al secondo posto nella hot 100 di Billboard; Eddie Vedder partecipa al quarto Tibetan Freedom Concert con i C-Average.
Settembre 1999: le session per BINAURAL hanno ufficialmente inizio e fa il suo ingresso al Litho anche il produttore Tchad Blake.
Ottobre 1999: i Pearl Jam si esibiscono al quarto “Bridge School Benefit”, organizzato da Neil Young, e suonano due nuovi pezzi: “Nothing as it seems” e “Thin air”.
Dicembre 1999: viene lanciato Tenclub.net, sito ufficiale del fan club dei Pearl Jam; esce, solo per i fan iscritti al club, “Strangest tribe” / “Drifting”.
11 aprile 2000: il primo singolo tratto dall’imminente nuovo album, “Nothing as it seems”, viene distribuito alle radio.
16 maggio 2000: esce BINAURAL, settimo album ufficiale dei Pearl Jam.

Estate 2000: i Pearl Jam annunciano che pubblicheranno ogni concerto tenuto durante il tour di Binaural: tra la fine del 2000 e i primi mesi del 2001 escono 72 cd dal vivo, tutti doppi tranne quello di chiusura del tour, a Seattle, triplo.
Inverno 2001-2002: i Pearl Jam annunciano il ritorno in studio per incidere un nuovo album, alla cui lavorazione si affiancherà la preparazione di un disco di rarità.
11 novembre 2002: esce RIOT ACT, settimo disco di studio della band di Seattle.
Gennaio 2003: la band parte per un lungo tour che toccherà Australia, Giappone, America e Messico. Come per il tour precedente, da ogni show viene estratto un "bootleg ufficiale"; questa volta, però, vengono messi in vendita solo on-line sul sito della band. Per ogni tranche della tournée, un bootleg viene mandato nei negozi.

Novembre 2003: esce LOST DOGS, doppio cd di rarità, inediti e b-side, da tempo annunciato, ma più volte rimandato. Contemporaneamente esce un DVD registrato dal vivo al Madison Square Garden di New York.
Luglio 2004: esce LIVE AT BENAROYA HALL, registrato nell'ottobre del 2003 a Seattle. Il doppio CD, che arriva nei negozi grazie ad un accordo di distribuzione con la BMG dopo la fine del contratto con la Epic, è un live acustico, il primo della carriera della band.

Settembre 2003: la band, dopo mesi passati in studio per il nuovo disco, si imbarca in un breve tour che tocca principalmente il Canada, con una coda in Sudamerica a fine novembre. Anche questa volta i concerti vengono registrati e messi in vendita, in forma però solo digitale, attraverso il sito ufficiale del gruppo.
Maggio 2006: arriva finalmente il nuovo disco si intitola semplicemente PEARL JAM, e segna una ancora più decisa virata verso il rock; segue anche questa volta un tour, che li riporta in Europa, con i relativi bootleg ufficiali.

Estate 2007: una coda di tour per i Pearl Jam, che tornano in Europa per partecipare ai festival estivi più importanti, tra cui il Jammin' in Italia: il concerto, però salta perché, poche ore prima dell'esibizione, una tromba d'aria devasta il parco veneziano dove doveva svolgersi l'evento. Contemporaneamente esce il box LIVE AT THE GORGE, 7 cd dal vivo tratti dai 3 concerti tenuti nel 2005-2006 nell'anfiteatro naturale nei dintorni della loro Seattle. A settembre esce “Immagine nel telaio – Picture in a frame”, DVD girato da Danny Clinch durante le 5 date italiane del settembre 2006.

2009: Mentre la band rientra in studio per lavorare al nuovo album, esce una ristampa "Deluxe" di TEN, in quattro formati. Tra le varie rarità e novità incluse nella ristampa, l'album remixato da Brendan O' Brien, alcuni inediti del tempo, l'Unplugged del 1992 in DVD, un concerto dello stesso anno su vinile, e la replica del primissimo demo tape del gruppo.
Il nuovo album, BACKSPACER, esce a settembre, anticipato da un tour estivo che tocca anche l'Europa, e dal singolo "The fixer". Prodotto da Brendan O'Brien, il disco si fa notare per i toni meno politici che nel passato remoto, e per la durata (36 minuti circa). A BACKSPACRER segue un tour che tocca anche l'Italia nell'estate del 2010. Il 2011 è l'anno dei festeggiamenti del ventennale della band: si comincia con LIVE ON TEN LEGS, disco dal vivo "tradizionale" con performance dal 2003 al 2010. Nel corso dell'anno sono previste altre iniziative per festeggiare l'annivesario, tra una nuove ristampe dei di VS. e VITALOGY, che arriva nel marzo del 2011. Alla fine dell'estate i Pearl Jam celebrano il proprio ventennale con un film diretto da Cameron Crowe ("Quasi famosi", "Jerry McGuire"), una relativa colonna sonora con due CD di inediti e rarità e un libro, tutti sotto il nome PJ20. A inizio settembre, ad Alpine Valley nel Winsconsin, i Pearl Jam tengono un concerto di due giorni con ospiti (Glen Hansard, Queens Of The Stone Age, Strokes) sempre per celebrare il ventennale, e poco dopo pubblicano in rete gratuitamente una nuova canzone, "Olé".
Nel 2013, ad ottobre, esce il nuovo album LIGHTNING BOLT, a cui segue un tour mondiale che li porta anche in Italia, per la prima volta in molti anni, nel 2014. Nell'estate del 2016 tengono due concerti al Wrigley Field di Chicago, lo stadio della squadra di baseball dei Cubs di cui Vedder è tifoso, una storia raccontata nel film diretto da David Clinch "Let's play two" (2017), di cui viene pubblicata anche la colonna sonora. Nell'estate del 2017 Vedder tiene i suoi primi concerti solisti in Italia.
(10 ott 2017)