Recensioni

Neil Young - THE VISITOR

Che pensare di un disco in cui una delle canzoni migliori, che s’intitola “Almost always” e che potrebbe farvi venire il magone fin dall’attacco di armonica a bocca, sembra una variazione di “From Hank to Hendrix” e “Unknown legend” di...
Leggi tutto

Neil Young - HITCHHIKER

Se c’è una caratteristica distintiva di Neil Young è quella di essere cocciuto come un mulo. Alla splendida età di settantadue anni è ancora un meraviglioso testardo sognatore che continua a prendere il suo lavoro di pancia lanciandosi in...
Leggi tutto

Neil Young - HARVEST (REMASTERED VERSION)

Classici dell’estate: ogni giorno riscopri un disco leggendario, con le recensioni storiche di Rockol.

La scelta dell’album perfetto di Neil Young implica una domanda di fondo: elettrico o acustico? Lunghe...
Leggi tutto

Neil Young - PEACE TRAIL

Un disco quasi normale di Neil Young? Quasi.

La normalità non è una delle regole, del rock, anzi. La musica dovrebbe uscire dall'ordinario e dalle regole, essere eccezionale. Neil Young ha fatto dell'eccezionalità non solo una...
Leggi tutto

Neil Young - EARTH

Il nuovo disco di Neil Young è un’esperienza psichedelica, letteralmente. E’ un disco dal vivo, ma non è dal vivo. E’ un concept album, ma non le canzoni non sono una storia in sequenza...
Leggi tutto

Neil Young - BLUENOTE CAFE

E’ il 1988. Neil Young e i suoi Bluenotes (non temete, tra loro ci sono sempre fidi Crazy Horse quali, fra gli altri, Poncho Sampedro e Frank Molina) sono un tripudio di r'n'b ottimamente orchestrato, un rockaccio da saloon speziato di fiati Stax...
Leggi tutto

Altre recensioni