Biografia

Neil Young nasce a Toronto, in Canada, il 12 novembre 1945. Dopo avere militato negli Squires e poi nei Mynah Byrds, nel 1966 è a Los Angeles dove forma i Buffalo Springfield insieme a Stephen Stills. Nel 1968, dopo due soli album, lascia anche quel gruppo e inizia una lunga carriera solista – spesso accompagnato dai fedeli Crazy Horse, ma anche da altre formazioni – che non gli impedirà di far parte di uno dei supergruppi di maggior successo degli anni ’70, Crosby, Stills, Nash & Young. Tra i numerosi album che mettono in mostra la musica di Young, a metà strada tra folk, rock e country, si segnalano negli anni ’70 AFTER THE GOLD RUSH, HARVEST (tuttora il suo best seller) e RUST NEVER SLEEPS (metà acustico e metà elettrico) mentre gli anni ’80 trascorrono alla luce di una sperimentazione quasi esasperata. TRANS è un album di cyber-rock realizzato con i Devo, EVERYBODY’S ROCKIN’ è un ritorno al rockabilly degli esordi mentre OLD WAYS è disarmante country music. Nel 1988 Young torna insieme a CS&N per l’album AMERICAN DREAM, deludente, mentre è decisamente migliore il suo sforzo come solista con FREEDOM dell’anno successivo. Decisamente più positivi gli anni ’90, con album live come WELD e MTV UNPLUGGED, e di studio come SLEEPS WITH ANGELS, HARVEST MOON e MIRROR BALL (inciso con i Pearl Jam, tra i molti musicisti della nuova generazione che vedono in Young un capostipite). Nel 1999 CSN&Y tornano insieme per LOOKING FORWARD, mentre nel 2000 il solo Young pubblica l'acustico SILVER & GOLD.
L’inarrestabile canadese continua a sfornare dischi anche nel nuovo decennio: nel 2001 è la volta del live ROAD ROCK VOL. 1, mentre nel 2002 arriva un nuovo disco di studio, ARE YOU PASSIONATE?, inciso con Booker T & The MGs e contenente un brano (“Let’s roll”) dedicato agli eroici passeggeri di uno degli aerei dirottati dai terroristi di Al Qaeda l’11 settembre del 2001. Nel 2003 Neil sbarca in Europa per un tour acustico in cui anticipa i brani del nuovo disco di studio, GREENDALE, pubblicato a fine estate. Caratterizzato da una struttura narrativa che unisce le canzoni, il disco diventa anche un film per la regia dello stesso Young, pubblicato su DVD. Sempre nell’estate 2003 vengono finalmente stampati per la prima volta su CD quattro dischi mancanti del catalogo del canadese, a lungo attesi dai fan, e che Young si era sempre rifiutato di ripubblicare nel formato digitale da lui sempre osteggiato: ON THE BEACH, AMERICAN STARS’N’BARS, HAWKS & DOVES e RE-ACTOR. Due anni dopo il musicista viene ricoverato d’urgenza per un aneurisma, da cui si riprende presto, tanto che a fine estate 2005 esce un nuovo disco di inediti, PRAIRIE WIND, che segna un ritorno ad atmosfere più delicate e acustiche. Quasi in contemporanea, il musicista si fa riprendere dal regista Jonathan Demme (“Il silenzio degli innocenti”, “Stop making sense”) per un film concerto.
Nel 2006 annuncia a sorpresa la pubblicazione di LIVING WITH WAR, disco apertamente polemico contro il governo statunitense e la sua campagna in Iraq: il lavoro segna un ritorno al rock elettrico e viene pubblicato in rete ai primi di maggio, prima ancora che nei tradizionali negozi, dove arriva alla fine dello stesso mese. Poco dopo il prolifico Neil è di nuovo sul mercato: a ridosso dell'estate esce in America il DVD “Heart of gold”, l’annunciato film di Demme, mentre la versione CD contenente la versione audio delle canzoni live registrate durante il concerto è annunciata per l'autunno. Sempre in autunno esce LIVE AT FILLMORE EAST, un concerto del 1970 nonché primo CD dell'annunciata pubblicazione di materiale proveniente dagli archivi del cantante, cui fanno seguito LIVE AT MASSEY HALL (concerto acustico del 1971) e il primo cofanetto (in formato CD, DVD e Blu-ray) della serie THE ARCHIVES (VOL. 1 1963-1972). Nel 2010 esce LE NOISE, album in cui Young si esibisce da solo alla chitarra elettrica ed acustica ma che porta inconfondibile il marchio del produttore Daniel Lanois, mentre nel febbraio successivo il rocker canadese conquista finalmente un Grammy, il primo della carriera, per il brano “Angry world”. A ridosso dell'estate 2011 esce A TREASURE, disco registrato dal vivo nella prima metà degli anni ’80 con il gruppo country rock degli International Harvesters, mentre il disco del 2012, AMERICANA, vede Young riunirsi ai Crazy Horse (Frank "Poncho" Sampedro, Billy Talbot e Ralph Molina) per un progetto particolare: una rivisitazione in chiave elettrica del repertorio tradizionale americano, ma non solo (c'è anche l'inno inglese "God save the queen"), in cui riaffiorano gloriose pagine ultracentenarie ("Oh Susannah", "Clementine"), "Gallows pole" (già nel repertorio dei Led Zeppelin) e la "This land is your land" di Woody Guthrie.
Nel 2012 viene pubblicata l'autobiografia “Waging heavy peace: A hippie dream” in cui l'artista rivela di non assumere più droghe da un anno (in Italia, “Il sogno di un hippie”, Feltrinelli); sempre nel 2012 esce il nuovo capitolo discografico PSYCHEDELIC PILL. Nel frattempo Young è impegnato a sviluppare un nuovo sistema audio digitale: si chiama Pono, è pensato per offrire una qualità sonora marcatamente superiore ai formati in circolazione e viene presentato al South By Southwest 2014. All’inizio del 2014 annuncia la pubblicazione in marzo del nuovo disco di cover A LETTER HOME inciso negli studi di Jack White a Nashville usando una vetusta tecnologia elettro-meccanica e per la fine dell’anno l’uscita del cofanetto OFFICIAL RELEASE SERIES DISCS 5-8 contenente i vecchi lavori ON THE BEACH, TONIGHT’S THE NIGHT, ZUMA e TIME FADES AWAY. Il rocker è al lavoro al sequel di “Waging heavy peace”. Prima ancora, però viene annunciata l'uscita di STORYTONE, disco orchestrale, senza chitarra e piano. La prima canzone diffusa è "Who's gonna stand up", già suonata in versione elettrica con i Crazy Horse durante il tour estivo.
Nel 2015 Young incide con una nuova band, i Promise of The Real, formata dai figli di Willie Nelson. Il risultato è THE MONSANTO YEARS, album fortemente politicizzato, in cui Young se la prende con varie corporation. Mentre continua il tour con la nuova band, esce EARTH, concept album dedicato ai temi ecologici, che riunisce le canzoni a tema del repertorio di Young, incise dal vivo ma con overdub di studio fatti di rumori "ambientali".
A dicembre del 2016 esce l'album in studio PEACE TRAIL, inciso con il batterista Jim Keltner e il bassista Paul Bushnell. Nel 2017 è la volta di tre progetti: l'album di registrazioni risalenti al 1976 HITCHHIKER; un nuovo disco con i Promise of the Real intitolato THE VISITOR e contenente canzoni di protesta per l'era Trump; la messa online dei suoi immensi archivi all'indirizzo www.neilyoungarchives.com.
(04 gen 2018)